Marche IGT BiancoIl Matto

Vitigno

Verdicchio, Fiano

Maturazione

In acciaio per 4 mesi

Affinamento

2 mesi in bottiglia

marche-bianco

Analisi Sensoriale

Giallo paglierino con sottili sfumature verdi. Al naso è delicato dai netti ricordi di frutta fresca e piccoli fiori bianchi.Al palato è asciutto, elegante e armonico.

Abbinamenti

Permette una vasta possibilità di abbinamenti, in particolare è perfetto con il pesce.

Passerina Spumante BrutVino spumante Passerina Brut metodo Charmat

Vino spumante Passerina Brut metodo Charmat

Vinificazione

Il vino base viene messo in contenitori in acciaio termoregolati. Questi contenitori si chiamano autoclavi e sono chiusi ermeticamente.
Si innesca laseconda fermentazione a temperatura controllata.
Il vino rimane in autoclave per 90 giorni (Charmat lungo).

Lavorazione

La Passerina si presta molto bene alla spumantizzazione con il Metodo Charmat grazie alla sua spiccata acidità ed intenso patrimonio aromatico. Da questa lavorazione nasce uno spumante molto delicato, dal perlage fine e persistente, dal colore brillante e dalla facile beva.

passerina-brut

Analisi Sensoriale

Giallo paglierino, nel calice brilla e riluce delle mille bollicine.
Al naso esprime piccoli fiori bianchi, tanti e freschissimi, che accompagnano pere e spicchi di lime.
Il sorso è vivace, fresco, sapido.

Abbinamenti

Ottimo come aperitivo, si sposa con antipasti di pesce e bivalve spolverizzate di prezzemolo. Perfetto in abbinamento con il sushi.

Marche Igt PasserinaLa Temperanza

Vitigno

Passerina 100%

Maturazione

In acciaio per 6 mesi

Affinamento

2 mesi in bottiglia

marche-bianco

Analisi Sensoriale

Brillante giallo paglierino.Sussurra al naso profumi delicati di fiori d’arancio, mughetto e pere croccanti, per poi spostarsi su più affilate note di cedro.
Al gusto il sorso è gentile, ben fresco, sapido e dal finale soavemente floreale.

Abbinamenti

Perfetto servito fresco con i classici spaghetti alle vongole, è compagno ideale di insalate di farro condite con verdure, o di dorate sogliole alla mugnaia.

Falerio DOC PecorinoLa Forza

Vitigno

Pecorino 100%

Maturazione

In acciaio per 6 mesi

Affinamento

2 mesi in bottiglia

falerio-pecorino

Analisi Sensoriale

Brillante giallo paglierino. Complesso al naso offre un panorama olfattivo che spazia da intensi fiori a frutti polposi. Susina gialla, nespola, pompelmo rosa, frutta esotica, ginestre e note di glicine.Al gusto è pieno, caldo, di grande spessore, sapido e fresco. Allungo pieno del fitto bouquet.

Abbinamenti

Sposa meravigliosamente con primi piatti di grande struttura e con piatti di pesce ben profumati come coda di rospo aromatizzata al rosmarino, sfumata con il pecorino e profumata di pepe bianco. Perfetto anche con il coniglio in porchetta e… con le storiche olive tenere ascolane ripiene e fritte.

Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico L'Imperatore

Vitigno

Verdicchio 100%

Maturazione

In acciaio 6 mesi

Affinamento

2 mesi in bottiglia

verdicchio

Analisi Sensoriale

Giallo paglierino con riflessi argentati.
Al naso è intenso e deciso nell’espressione della sua anima fruttata e vegetale. Raccontafrutti croccanti, fiori bianchi e la franca matrice del verdicchio, ilmallo di mandorla vede.
Al gusto è fresco, ben sapido e lungo nel finale di frutti croccanti.

Abbinamenti

Ottimo con zuppe di cereali e legumi profumate di pepe bianco e condite con abbondante olio extravergine di oliva. Perfetto anche con pasta all’uovo ripiena, con secondi a base di calamari e pesci dalle carni bianche.

Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico SuperioreIstinto

Oro – DWWA ( Decanter World Wine Awards)

Oro – Gilbert & Gaillard (Francia)

Argento – IWC Romania (International Wine Challenge)

Bronzo – IWC (International Wine Challenge)

Vitigno

Verdicchio 100%

Maturazione

50% in acciaio e 50% in vasche di cemento a 10°C per 6 mesi, sur lie con bâtonnage bisettimanali.

Affinamento

3 mesi in bottiglia

istinto

Analisi Sensoriale

Giallo paglierino con lucenti riflessi dorati.
Intenso e complesso, al naso racconta frutti pieni e polposi affilati da un soffio di anice stellato e confetto di mandorla.
Note marcate agrumi, cedro, erbe aromatiche, timo, fiori bianchi. In bocca è rotondo, ampio, l’acidità è spiccata ed è molto sapido nel finale lunghissimo.Al gusto è pieno, dalla presa sicura e lungo nel bouquet che chiude su note elegantemente amaricanti.

Abbinamenti

Estremamente fresco e sapido, consente l’abbinamento con piatti strutturati. La complessità del bouquet chiede piatti aromaticamente importanti.
Da pesci grandi ben nappati con salse intense, fino al pollo al curry.

Lilith

Oro – IWC Romania (International Wine Challenge)

Vitigno

50%  Pecorino, 50% Verdicchio

Vinificazione Pecorino

L’uva viene delicatamente diraspata e lasciata in criomacerazione per un breve periodo. Successivamente viene pressata in modo soffice ed il mosto ottenuto viene portato alla temperatura di 5°C per la decantazione statica che dura 24 ore. Il Pecorino inizia la fermentazione in vasche di acciaio inox; a due gradi alcool svolti, il vino viene trasferito in barriques, dove conclude la fermentazione : terminata si effettua un batonnage e si trasferisce il vino in vasche in cemento dove matura per circa 10 mesi.

lilith

Analisi Sensoriale

Apertura verde di erbe aromatiche. Sapidità sin dal naso. Ampio e complesso, dalla grande personalità, con note che spaziano da frutta croccante a frutta tropicale. Mango e frutto della passione lasciano il posto a fiori bianchi carnosi fino alla morbida e bionda speziatura di vaniglia. Potente e dal notevole carattere, sapido, ingresso morbido e deciso, cremoso, rimandaalla succosità della polpa di frutti tropicali; note cremose con delicati accenni speziati.Chiusura elegante in divenire.

Vinificazione Verdicchio

Le uve raccolte nelle ore più fresche della giornata sono diraspate e pressate con una pressatura soffice; la fermentazione procede con tecniche di lavorazione a freddo in vasche di acciaio. La temperatura è controllata attraverso un sistema computerizzato, che garantisce un omogeneo sviluppo del vino nel suo evolversi, intervenendo da vicino nel biometabolismo stesso dei lieviti. A fine fermentazione, l’ormai vino, permane sulle fecce fini ad una temperatura di 10°C e si effettuano batonnage ogni tre giorni previo assaggio delle fecce.